Il Moscato di Scanzo

Distribuzione geografica

Coltivato esclusivamente nella provincia di Bergamo.

Cenni storici ed origine

Vitigno dalle origini misteriose ed antichissime. Probabilmente furono i romani a portare questo vitigno sui colli di Scanzo (Lottieri, 1850). Prime notizie storiche da parte del Baioni (1789). Nella sua zona tipica di produzione, il Comune di Scanzorosciate (Bg), all’imbocco della Valcalepio, era già presente a metà del Trecento (Calvi, 1940). Nel 1820 Giovanni Maironi da Ponte menzionerà il “tanto rinomato Moscato di Scanzo, noto nelle regioni più lontane”. E’ stato iscritto al catalogo nazionale della varietà di vite per uva da vino solo nel 1981.

Caratteristiche fenologiche

Epoca di germogliamento: medio-precoce
Epoca di maturazione: medio-tardiva

Caratteristiche colturali ed attitudini produttive

Vigoria: alta

Fertilità e produzione: bassa fertilità delle gemme anche di quelle basali. Produzione discreta ma incostante.

Grappolo e acino a maturità: grappolo medio, alato piuttosto spargolo, di forma allungata, piramidale. Acino medio, ovoidale, di sezione circolare regolare, buccia pruinosa di colore blu nero regolarmente distribuito..

Sensibilità ad avversità e fitopatie: abbastanza sensibile alla peronospora e ai marciumi, in particolare alla botrite a causa della buccia estremamente sottile. Non manifesta problemi per l’oidio. Sensibile al disseccamento del rachide, alla carenza di magnesio e potassio.

Allevamento e potatura: si può adattare a forme di allevamento tipo guyot con fittezze medio-alte.

Caratteristiche del vino

Esclusivamente per la vinificazione e la produzione di vino passito, viene surmaturato in pianta e l’appassimento viene completato in ambiente condizionato. Vino tipico da dessert, il colore è rosso rubino con riflessi granata che con l’invecchiamento assume riflessi particolari ambrati fino a diventare ambrato. Aroma ricchissimo, con intenso profumo di rose molto persistente e mandorla. In bocca armonioso, fresco e vellutato, molto elegante.

Denominazioni in cui il vitigno è presente

DOCG
Lombardia:
– Scanzo o Moscato di Scanzo DOCG

DOC
Lombardia:
– Valcalepio Moscato Passito DOC

IGT
Lombardia:
– Bergamasca Moscato IGT

Catalogo Generale Vitis Rauscedo

Menu